warning

Questo sito utilizza Cookie di profilazione (anche di terze parti) per raccogliere dati sulle tue preferenze e inviare pubblicità in linea con le stesse. Continuando la navigazione l'utente accetta di utilizzare i Cookie.
Per saperne di più

chiudi

L’attenzione dedicata alla nostra Clientela rappresenta il fondamento essenziale dello sviluppo della nostra società, orientata al perseguimento di un continuo miglioramento della qualità dell’offerta e al consolidamento del rapporto instaurato con la propria Clientela.

Il Cliente che abbia necessità di chiarimenti in merito a quesiti, problemi o prodotti che lo riguardano o che intenda presentare un reclamo può contattare Creditis Servizi Finanziari S.p.A. che risponde entro il termine di trenta giorni dalla ricezione del reclamo stesso.

  • via e-mail all’indirizzo di posta elettronica info@creditis.it;
  • tramite posta elettronica certificata a reclami@pec.creditis.it;
  • via lettera raccomandata all’indirizzo Creditis Servizi Finanziari S.p.A., Via Gabriele D’Annunzio 101 – 16121 Genova.

Creditis Servizi Finanziari S.p.A. ha individuato nella figura del Responsabile della Funzione Compliance la persona responsabile della gestione dei reclami.

Se il Cliente non si ritiene soddisfatto dalla risposta dell’intermediario, lo stesso ha la possibilità, in base alla vigente normativa, di rivolgersi a

    Arbitro Bancario Finanziari (ABF) – che rappresenta un sistema stragiudiziale indipendente ed imparziale, istituito da Banca d’Italia e previsto dal Testo Unico Bancario, che offre un’alternativa più semplice e rapida rispetto al ricorso al giudice. Le decisioni non sono vincolanti come quelle di un giudice ma se l’Intermediario non le rispetta, il suo inadempimento è reso pubblico. L’Arbitro è competente su tutte le controversie che riguardano servizi bancari e finanziari fino ad € 100.000,00 se il Cliente chiede una somma di denaro, altrimenti senza limiti di importo negli altri casi. L’Arbitro si articola in tre Collegi: Milano, Roma e Napoli, che hanno competenza per fasce geografiche.

    Creditis S.p.A. mette a disposizione della propria Clientela le informazioni necessarie per poter utilizzare questo servizio sia presso la Filiali del Gruppo Banca Carige che presso gli incaricati della vendita dei prodotti Creditis, unitamente alla Guida Pratica.

    Per informazioni su questo sistema è possibile inoltre:

  • consultare il sito www.arbitrobancariofinanziario.it;
  • scrivere alla Segreteria Tecnica del Collegio di Roma, sita in Via Venti Settembre 97/e, 00187 ROMA (tel. 06/4792.9235);
  • scrivere un’e-mail a roma.sede.segtecnica@bancaditalia.it;
  • Preleva la Guida Pratica e il Modulo dell’Arbitro Bancario Finanziario.
  • Preleva il Pieghevole dell’Arbitro Bancario Finanziario.
  • Avviso per gli utenti ABF.


Conciliatore BancarioFinanziario – che offre gli strumenti della Conciliazione e dell’Arbitrato, nell’ottica di addivenire agevolmente al superamento delle eventuali criticità ed al raggiungimento di un accordo in tempi brevi ed a costi predeterminati.


Per informazioni su questo sistema puoi inoltre:




Procedura di conciliazione paritetica tra intermediari e consumatori – è il risultato di un protocollo di intesa sottoscritto dalle associazioni dei consumatori firmatarie e da Assofin (Associazione Italiana del Credito al Consumo e Immobiliare) che fornisce un ulteriore strumento per risolvere le controversie tra intermediari e consumatori alternativo alla giustizia ordinaria, alla mediazione civile e all’Arbitro Bancario Finanziario. La procedura di conciliazione è su base volontaria e il consumatore partecipa tramite un associazione di consumatori dallo stesso individuata tra quelle che hanno sottoscritto il protocollo. L’accordo raggiunto dalle parti viene sottoposto al consumatore il quale è libero di accettare la soluzione proposta; il cliente ha comunque diritto di recedere in qualsiasi momento dalla conciliazione.


Per informazioni su questo sistema puoi inoltre:


  • consultare il sito www.assofin.it;
  • Prelevare il protocollo e regolamento di conciliazione.
  • Prelevare il modulo di richiesta di conciliazione.

Rendiconto sull’attività’ di gestione dei reclami